Biografia e ringranziamenti


cav. Giacomo Vaccaro

 

 

 

 

 

 

 


        Nasce a Caltagirone il 24 luglio 1965
alla vigilia della festa del patrono di Caltagirone San giacomo; da qui la scelta del nome e in onore del santo e per rispetto al bisnonno il famoso cav. Giacomo Vaccaro. Subito si trasferisce a Milano e poi a Reggio Emilia sino al 1976 data della morte del papa', il cav Umberto Vaccaro dipendente per anni delle Poste e Telecomunicazioni. Continua gli studi a Caltagirone e nel 1984 consegue il diploma di Ragioniere e Perito commerciale.
        Nel 1990 viene assunto alla Cassa San Giacomo s.r.l. di Caltagirone ora Credito Siciliano spa.
        Nel 2000 si sposa con Giovanna Di Benedetto, nel 2002 nascono i suoi gemellini Umberto Maria e Larissa e nel 2004 nasce il terzogenito Samuel. Attualmente presta servizio presso l'agenzia 1 di Caltagirone del Credito Siciliano

Lo studio:

        Giacomo Vaccaro, vive ed opera a Caltagirone in via Bungavillea 7/A Fin dall'adolescenza, sulla scýa dei suoi ascendenti, tra ý quali anche il grande Bongiovanni Vaccaro, ha coltivato, da autodidatta, il culto dell'arte, in particolare del disegno e della pittura, lasciando "nel cassetto" un gran numero dý bozzetti, dý "studi", di opere a tempera e ad olio, che ora presenta in numero molto ridotto al giudizio del pubblico calatino e soprattutto degli intenditori, dai quali non ha la presunzione dý attendersi plauso ed entusiasmi sospetti, ma desidera soltanto essere valutato ed eventualmente apprezzato per quello che e veramente e per quello che potrÓ essere in seguito, sorretto da uno sconfinato entusiasmo e dalla volontÓ di maturare, nella consapevolezza che la militanza artistica e permeata di costanza, di umiltÓ, di coraggio e forza d animo.

        Di lui, il prof. Giuseppe Baggione, presidente dell'Accademia Calatina e giÓ direttore del Settimanale Regionale indipendente "Il Risveglio", ha detto: "accostarsi all'opera di Giacomo Vaccaro non Ŕ agevole se non sý tiene conto della genesi e del percorso della sua arte e del suo desiderio di "fare"; ma si e conquistati dalla semplicitÓ e della spontaneitÓ dý opere ý cui contenuti fanno parte dý un mondo reale e immaginýfico nello stesso tempo, vivo nella mente e nel cuore dell'autore. I bozzetti monocromi essenziali nella semplicitÓ del segno grafico; le tele pi¨ impegnative, opere come "La Vecchia", "La corrida", "Odalische" sý impongono per la ricchezza dei toni cromatici e per la espressivitÓ delle figure, e fanno presagire una maturitÓ artýstica degna dý rilievo".

1987 - Vince il 2░ premio con "Gli occhi del dolore" - Parrocchia di S.Anna - Anno Mariano
2001 - Dal 1 al 16 Agosto "Mostra personale di Pittura" (leggi articolo) Patrocinata dal Comune di Caltagirone
Ass.to beni Culturali e Musei Civici.
2007 - 23 Maggio Regala quadro " I grandi del Mondo" a sua santitÓ Benedetto XVI
(leggi doc. Santa Sede)


 

 

Ringraziamenti e dediche

 

Mon Manzella 
Sua Eccellenza Mons. Vincenzo Manzella
(Vescovo di Cefal¨ ex Vescovo di Caltagirone)
ringrazia tramite lettera per aver ricevuto in dono da Giacomo Vaccaro un ritratto.

lettera vescovo


 

rz
Il 20/03/2009 in occasione dell'uscita del 30░ Album di Renato Zero "Presente"
Il grande artista nell'agosto 2009 manda una dedica autografata su cd a "Giacomo Vaccaro" come ringraziamento del ritratto ricevuto.

copertina  deica


 



ulisse sartini

Ulisse Sartini (Il Pittore dei Papi) ringrazia tramite lettera Giacomo Vaccaro
per avergli donato un disegno
.

biglietto ulisse


 

de censi

Giovanni De Censi, (presidente del Credito Valtellinese), ringrazia Giacomo per il ritratto ricevuto.

r de censi